Cosa resta di un sogno corale quando le voci cominciano a stonare?

Ce lo chiediamo tutti dopo la partita contro il Sassuolo, l'ennesima sfida persa nello spogliatoio visto che chi era in campo non aveva davvero capito il perchè fosse lì.

Si scende in campo in 11 eppure al Napoli capita di avere in campo meno presenze mentali. Quando parliamo di nuovi acquisti, ci può stare che si aspetti un po' di tempo per acclimatarsi e abituarsi al gioco degli altri. Ma poi la pazienza finisce e se i fantasmi in campo sono con noi da anni allora bisogna chiedersi perchè non si rescindano i contratti.

Se noi italiani, dicono, siamo un popolo di santi, poeti... ed allenatori. Ancor di più noi napoletani ci sentiamo in diritto almeno di porci delle domande sulle incomprensibili decisioni prese da mister Gattuso.

Sono mesi che ci chiediamo che fine abbia fatto il giocatore che era Ghoulam, ne abbiamo rivisto un assaggio contro il Benevento eppure contro il Sassuolo c'era Hysaj... ma perchè?? Un giocatore a fasi alterne con la valigia sul letto, da anni viviamo sotto minaccia di una sua partenza. Che non riescano a trovare l'uscita?

 Il problema della difesa comincia a diventare un guaio serio... giovedì sera Maksimovic non aveva ben capito quale fosse la porta da difendere. E ancora una volta siamo caduti sotto il fuoco amico. Ma il capolavoro è stato sostituirlo con Manolas, assente dal campo da un mese. Praticamente già sull'autobus a festeggiare, Kostas è stato buttato nella mischia senza capirne il perchè. Bastava resistere, ma alle volte complicarsi la vita diventa inevitabile. 

La lista potrebbe andare avanti un bel po', ma chiudo con l'ultimo interrogativo prima di affrontare la prossima sfida. Esattamente, a Bakayoko, cosa è stato detto di fare in campo? Noi non lo abbiamo capito, ma qualunque cosa sia non sta avendo buoni risultati. Anche qui, fortemente voluto da Gattuso... ma perchè? Il mio dubbio è che il mister stia cercando di plasmare il Napoli secondo l'idea di squadra ideale che ha in testa, ma non ha i giocatori per farlo.

E allora ci si arrangia con quello che si ha tra le mani, ma non sta funzionando. Cosa aspettiamo ad invertire la rotta?