Il Napoli Femminile vince a San Marino per 5 a 0 e vede il traguardo della salvezza sempre più vicino

Il presidente Carlino ha definito "molto competitiva" la Serie A che hanno ritrovato le azzurre dopo il rientro al calcio giocato in campo. Ma le potenzialità della sua squadra hanno finora dimostrato quanto esse abbiano meritato di accedervi.

Anche il tecnico Alessandro Pistolesi ha fatto i complimenti alle sue ragazze per la concentrazione e l'approccio avuto nella partita di oggi, adesso occorre affrontare allo stesso modo le ultime gare per il sogno salvezza.

Di seguito il tabellino e la cronaca della partita, come rilasciato dal sito ufficiale

Il Napoli Femminile fa la Manita al San Marino e si porta davvero vicino alla salvezza anche perché adesso, in virtù degli scontri diretti, il vantaggio sulle titane è di quattro punti. Due doppiette di Huchet e Nocchi, oltre al gol finale di Popadinova, hanno certificato la superiorità delle partenopee che vedono ora il traguardo.

Pistolesi ha optato per il ritorno al 4-3-3 dando fiducia ad Oliviero e Cafferata sulla corsia di destra con Tasselli confermata tra i pali. Nel San Marino da segnalare il ritorno in panchina di Alain Conte dopo una lunga squalifica. Tre minuti ed il Napoli è già avanti: corner di Nocchi e botta al volo di Huchet, lasciata sola in area, che portava avanti le azzurre con il suo quinto gol stagionale. Reazione San Marino con Muya, poco dopo, ma destro debole tra le braccia di Tasselli. Al 15’ ci prova Goldoni da fuori, Ciccioli si distende e mette in angolo. Al 20’ palo esterno di Chandarana su respinta corta di Arnadottir e mani nei capelli per le ospiti ma il Napoli era vivo con Oliviero e Huchet vicine al raddoppio. Ciccioli si esalta su Cafferata al 26’, Tasselli blocca il colpo di testa di Venturini al 33’ ed il primo tempo in pratica si chiude lì. 

Ad inizio ripresa, almeno due occasioni clamorose per Huchet e Nocchi, lievemente imprecise davanti a Ciccioli (brava successivamente su Oliviero). Barbieri per il San Marino è l’unica spina nel fianco delle azzurre, che si fanno vedere anche con Hjohlman in contropiede. Il raddoppio era nell’aria: assist sensazione di Cafferata per Nocchi che stavolta stoppava bene e serenamente freddava Ciccioli. Il tre a zero lo siglava nuovamente Huchet, stavolta su rigore dopo un fallo di mani netto in area ospite di Nozzi. Fredda e precisa la francese nella trasformazione. Il poker lo firmava Nocchi con un tocco di giustezza su cross di Goldoni. Da quel momento è stata solo festa grande per le azzurre con Popadinova che faceva cinquina con un pressing vincente sul portiere avversario che si tramutava in rete.

 

 

NEVER GIVE UP!